È la musica, l’obiettivo centrale di questa trasformazione. In particolare quella antica e barocca, visto l’ambiente cinquecentesco e particolarmente evocativo; ma anche la musica moderna, pop, rock, jazz…

Si vuole infatti che qui possano lavorare, rimanendo ospiti anche per più giorni, quei musicisti che desiderano sperimentare la forte carica evocativa di questi luoghi, legati indissolubilmente a Leonardo. Si potrà creare, lavorare in gruppo, ed anche registrare le proprie creazioni in una struttura preparata ad hoc.

Forte dell’esperienza pluridecennale di registrazione audio, l’Associazione SUONAMIDITE sta allestendo al Mulino del Ronzone il suo studio definitivo. Con le interfacce APOGEE di ultima generazione, microfoni e preamplificatori analogici allo stato dell’arte si tende a fornire agli ospiti un ambiente di ripresa e missaggio di tutto rispetto, adatto a riprendere nei minimi dettagli le sfumatoure acustiche degli strumenti classici.

La sala di ripresa ricavata in una grande stanza. restituisce il suono in una nuance peculiare derivante dai soffitti e i pavimenti in matton cotto originale. Ugualmente la regia audio, in un ambiente adiacente, è costruita con soluzioni architettoniche e di arredamento assolutamente originali e rispettose dell’ambiente e del carattere storico della struttura del Mulino.